L’infezione da Giardia nel gatto

Cos’è Giardia?

  • Giardia è un protozoo che infetta le cellule del piccolo intestino e che può determinare diarrea.
  • Giardia può infettare numerose specie animali, uomo compreso.Due dei sette biotipi conosciuti (F e G) sono isolati di solito dai gatti; altri due biotipi che possono infettare l’uomo (A e B) possono essere occasionalmente riscontrati nei gatti.
  • Non vi è alcuna evidenza scientifica di trasmissione di Giardia dai gatti all’uomo. Comunque è bene considerare che le feci diarroiche di tutti i gatti possono rappresentare un potenziale rischio per la salute umana, soprattutto nelle persone immunocompromesse.

    Infezione, epidemiologia

  • Giardia si trasmette attraverso per via oro-fecale.
  • L’infezione è più comune nei gattini provenienti da comunità feline.
  • Il ciclo vitale di Giardia spp. è caratterizzato da due fasi: trofozoiti e cisti.
  • I trofozoiti sono eliminati con le feci, non sopravvivono nell’ambiente esterno e quindi non sono causa d’infezione.
  • Le cisti sono altamente infettanti ed una piccola quantità è sufficiente per iniziare l’infezione dopo la loro ingestione. In condizioni ideali esse possono sopravvivere nell’ ambiente per diversi mesi. Ciò rende possibile la trasmissione per via indiretta.

Segni clinici

  • Molte infezioni possono rimanere sub-cliniche e l’importanza di Giardia quale responsabile di diarrea nei gatti non è stata ancora completamente chiarita.
  • I gattini sono più suscettibili alla malattia e i segni clinici si osservano soprattutto nei gatti di età inferiore ad un anno di età.
  • Il parassita danneggia gli enterociti del piccolo intestino (ileo) determinando malassorbimento e perdita di peso che talvolta possono rappresentare il problema principale.
    – La diarrea ha le caratteristiche di quella del piccolo intestino con feci liquide o semi-liquide ma talvolta può avere caratteristiche di quella del grosso intestino e contiene muco e/o sangue.
    – Il decorso della malattia può durare diverse settimane.

Diagnosi

L’infezione è diagnosticata attraverso:
– Analisi delle feci tramite flottazione con solfato di zinco, utilizzando campioni fecali raccolti per più giorni (individuazione delle cisti)
–  Test ELISA in grado di mettere in evidenza l’antigene di Giardia nelle feci
– Esame diretto a fresco delle feci al microscopio ottico per individuare i trofoizoiti o Immunofluorescenza diretta eseguita sul strisci fecali (individuazione delle cisti) o PCR su campioni fecali (possibilità di determinare il sottotipo).

  • La flottazione fecale ed il test ELISA (compresi test rapidi ambulatoriali) sono i metodi più sensibili e specifici.

Gestione della malattia

Il trattamento terapeutico standard dell’ infezione da Giardia si basa sull’uso di imidazolici, p.e. fenbendazolo somministrato nella dose di 50 mg/kg per 5-7 gg.
In alternativa, il metronidazolo può essere somministrato alla dose di 25 mg/kg per 5 giorni. Dosi più elevate (50 mg/kg) comportano un maggior rischio di effetti indesiderati, quali debolezza, atassia, disorientamento e convulsioni.
In caso di ripetuti episodi di diarrea in ambienti dove convivono più gatti, deve essere preso in considerazione il trattamento terapeutico di tutti i soggetti conviventi.
La regolare rimozione delle feci, la detersione e la disinfezione delle lettiere, nonché la pulizia del posteriore dei gatti affetti, può aiutare a limitare la contaminazione ambientale. Il parassita può essere inattivato dai composti quaternari dell’ammonio (tempo di contatto di un minuto).
Il trattamento dei gatti sani è tuttora controverso:

  • Tutti i farmaci possono potenzialmente determinare effetti collaterali
  • Gli animali con feci normali non sono un rischio per la salute umana
  • È improbabile che la terapia determini la guarigione parassitaria
    – La reinfezione può avvenire nel giro di qualche giorno

Prevenzione

Nessun vaccino è attualmente disponibile in Europa. (fonte abcdcatsvets.org)

E’ indicata anche la terapia tradizionale rappresentata dallo Stomorgyl e/o dal Panacur.
Questi due farmaci agiscono sul DNA del parassita ma sono inefficaci nei confronti delle cisti, che è la forma che il parassita assume quando viene eliminato nell’ambiente. Il risultato finale è che l’infestazione si ripete in continuazione.

Giardia Defence agisce su altri aspetti della giardia e la sua attività si combina con quella dei due farmaci indicati perché agisce anche sulle cisti e quindi contribuisce ad interrompere il ciclo di reinfestazione.