in vacanza con i nostri animali

buonasera, le vacanze estive ormai si avvicinano è quindi giusto informarVi sulle molteplici possibilità che abbiamo di farle insieme ai nostri piccoli amici.

 

Il mare, la montagna, le mete esotiche. Col proprio amico a quattro zampe si può andare in vacanza ovunque e senza spendere una fortuna. Ecco un breve decalogo per trasformare le ferie nel momento più bello dell’anno… insieme ai nostri pet.

Chi decide di partire per un viaggio porta con sé ciò che ha di più caro. E cosa c’è di più caro del proprio cane o del proprio gatto? Le vacanze con un amico a quattro zampe non sono affatto più difficili da organizzare rispetto a una normale partenza senza pelosi al seguito. Si tratta solo di avere un po’ di accortezza e di muoversi per tempo.

 

Dritti a meta

Anzitutto considerare la meta. Le regole del viaggio cambiano a seconda che ci si muova entro i confini nazionali o all’estero. Ad esempio per recarsi in certi Paesi ci vogliono vaccinazioni particolari o test immunologici e in ogni caso il nostro amico dovrà essere munito di pet passport, rilasciato dall’Unione Europea, e microchip. Per sbrigare le pratiche necessarie è meglio prendere le cose con calma e muoversi con un mese di anticipo rispetto alla data di partenza.

Trasportino

Il mezzo di trasporto condiziona parecchio il viaggio coi nostri amici. Alcuni cani e gatti soffrono di mal d’auto, altri sono terrorizzati dagli aerei. Moltissimi, per fortuna, accettano di buon grado di spostarsi (rendendo la vita decisamente più facile ai loro compagni umani!). Il viaggio in auto è forse la situazione maggiormente ricorrente. Considerando che cani e gatti sono molto sensibili al calore sarà un atto dovuto, oltre che un segno di rispetto, non esporre i nostri amici al disagio di un viaggio nelle ore centrali della giornata, quando il sole picchia più forte. I pet viaggiano sempre nel trasportino, che è l’unica soluzione per un viaggio in auto che sia davvero sicuro per bipedi e quadrupedi.

Le cinque cose da mettere in valigia: ciotole, una per l’acqua e una per il cibo, e i giochi preferiti del nostro amico; il numero di un veterinario della zona di destinazione; una piccola cassetta del pronto soccorso con l’occorrente necessario per trattare i più comuni fastidi e malattie, e fronteggiare i piccoli incidenti che possono verificarsi durante un viaggio; una scorta del mangime abituale del nostro amico e una bella bottiglia d’acqua; i documenti sanitari e quelli necessari per il viaggio… e una macchina fotografica per immortalare le vacanze col nostro amico a quattro zampe.

Cam… pet

Gli amanti delle avventure on the road possono godersi la bellezza di un viaggio in camper.

È come essere in un piccolo albergo e i costi, nel caso lo si prenda in affitto, sono molto simili.

Il camper permette di spostarsi agilmente e allo stesso tempo in comodità.

Per cani e gatti è una soluzione divertente e su misura: ci si può fermare in un luogo ameno e lasciare che i nostri amici esplorino lo spazio intorno, e poi proseguire alla ricerca di nuove avventure.

Bagaglio a chi?

Più complesse sono le cose per i trasporti con altri mezzi: la nave, il treno e l’aereo hanno delle regole precise che devono essere conosciute in anticipo. In molti casi, purtroppo, il pet è trattato quasi come una merce e viene “trasportato” di conseguenza. Negli ultimi anni, tuttavia, molte compagnie hanno fatto propria una certa sensibilità nei confronti degli animali adottando delle soluzioni più a misura di quadrupede, come cabine per animali domestici o possibilità di viaggio in aereo come “bagaglio a mano”.

“Pet friendly”

Una volta a destinazione arriva la parte più bella del viaggio: finalmente siamo giunti alla meta e possiamo condividere la vacanza coi nostri amici. In questo senso le strutture ricettive ci vengono incontro. Molti alberghi, per esempio, adottano delle misure che li certificano come strutture “pet friendly”. Si tratta di accorgimenti semplici quanto utili: possibilità di reperire ciotole e mangime in loco, camere per bipedi con pelos